60° Biennale d’Arte di Venezia – Progetto Outsider

english version

Secondo il più autorevole dizionario etimologico online della lingua inglese – etymonline.com – outsider è una parola che circola dal 1800 con questo significato: “one who is on the outside” of a boundary, barrier, etc. (“colui che si trova all’esterno” di un confine, di una barriera ecc.).

Sempre secondo il prestigioso dizionario etimologico, la radice di outsider è la parola “outside” (da out + side).

Outsider quindi è un qualcuno o qualcosa “al di fuori, a lato”.

In Foreigners Everywhere, titolo preso in prestito dalla 60° Biennale d’Arte di Venezia, la parola outsider denota un progetto “al di fuori, a lato” rispetto il famoso evento espositivo.

Il progetto è composto di quattro parti:

        1. Il Non-luogo come casa
        2. La solitudine degli Avatar
        3. Il mio nome è Arthur Cravan
        4. 10 secondi

Outsider Project Venice Biennale